Note

La difficile arte di sapere come batte il terremoto

vedo e sento

Le sciocchezze riguardo alle previsioni di quando batte e come batte il terremoto

Come noto la Cassazione ha confermato la sentenza di assoluzione della Corte di Appello relativa al processo agli esponenti della Commissione grandi rischi – Franco Barberi, Enzo Boschi, Giulio Selvaggi, Gian Michele Calvi, Claudio Eva, Mauro Dolce – per l’accusa di omicidio colposo e lesioni.

La nota vicenda vedeva gli imputati incriminati per omicidio colposo e lesioni personali colpose per aver rassicurato i cittadini dell’Aquila prima del sisma dell’aprile 2009, fornendo loro informazioni imprecise, incomplete e contraddittorie sulla pericolosità dell’attività sismica.

Cosa ci dice questa sentenza? Cosa possiamo leggere fra i numerosi elementi della sentenza?

L’aspetto che risalta e che più ci interessa riguarda l’imprevedibilità del terremoto: un sisma é indefinibile nelle sue modalità e nei suoi tempi di accadimento.

Non possiamo affermare quando avverrà un terremoto secondo i tempi nostri ovvero non sappiamo e non possiamo sapere con precisione il giorno, la settimana, il mese o l’anno di quando avverrà un terremoto.

Nessuno può dirci con precisione utile quando avverrà un terremoto.

Occorre utilizzare la stessa logica per la modalità del terremoto ovvero non possiamo affermare come batterà un terremoto. Non sappiamo e non possiamo sapere con precisione al secondo o al minuto di come batterà un terremoto.

Nessuno può dirci con precisione utile come batterà un terremoto.

Da ciò nasce e deve nascere la consapevolezza che ogni previsione seppur veritiera e attendibile non é utilizzabile. Ci sarà un terremoto nei prossimi 30 anni non ci serve ai fini del contrasto all’emergenza. Un terremoto solitamente batte in questo modo non ci serve ai fini del contrasto all’emergenza.

Per definire le misure da adottare in caso di emergenza terremoto occorre partire dalla imprevedibilità dei tempi e soprattutto dei modi.

About the author

Francesco Cuccuini

Sono un consulente e formatore sulla sicurezza sul lavoro in ambito scuola e abito a Firenze

Con Piani di emergenza per la scuola cerco di #faregiro, di conoscere persone e colleghi nuovi, possibilmente da cui imparare qualcosa

Con Piani di emergenza per la scuola gradisco condividere riflessioni, considerazioni, contenuti qualificati dall'esperienza ventennale acquisita come operatore della sicurezza nella scuola

Prodotti e servizi qualificati per i Datori di Lavoro della scuola, per gli operatori della scuola, per i colleghi operatori della sicurezza nella scuola

Cordiali saluti
Francesco Cuccuini

1 Comment

Leave a Comment

ISCRIVITI

Iscriviti alla newsletter.
Riceverai un avviso ad ogni uscita dei manuali.

Aspetto la tua iscrizione
Email
Nome
Cognome
Secure and Spam free...