Note

Ragazzi fuori aula durante l’evacuazione

Ragazzi fuori aula durante l'evacuazione

Che fare con ragazzi fuori aula durante l’evacuazione dei locali?

Come noto durante l’orario scolastico i ragazzi sono in aula insieme al docente. Sono in aula per le lezioni oppure in palestra, in laboratorio, in sala musica, nel gabinetto linguistico, in sala computer, in aule attrezzate insomma in locali dedicati per le varie attività scolastiche

Ciò presuppone talvolta che qualche alunno non sia in aula ovvero sia ai servizi igienici, dal Dirigente scolastico o in Segreteria …fuori dall’aula e ciò influisce su esercitazioni di emergenza e prove di evacuazione dei locali

Infatti tali prove sono spesso considerate e sempre svolte con tutti gli alunni raccolti col docente, insieme al docente. In aula, in palestra, in laboratorio, in sala musica, nel gabinetto linguistico, in sala computer e altri locali ma sempre insieme al docente

Questo non é sempre vero

Riscontriamo spesso l’alunno ai servizi igienici oppure chiamato dal Dirigente Scolastico o in altri ambienti della scuola e ciò diventa diventa un problema in caso di evacuazione dei locali. Un problema da affrontare

CAMPO DI AZIONE

Ovviamente non possiamo pensare di NON fare uscire i ragazzi dai locali o di NON fare allontanare i ragazzi dalle aule. Però il problema rimane e deve essere affrontato e risolto

L’azione del Dirigente scolastico é vincolata dalla necessità di salvaguardare l’incolumità di tutti i presenti e assicurare la normale gestione dell’attività scolastica

Il Dirigente scolastico non può trascurare i suoi obblighi e le sue responsabilità – ignorando la criticità – cosiccome non può ogni giorno aspettare il terremoto o l’evento dannoso che obbliga ad evacuare i locali – facendo rimanere sempre uniti gli alunni con i docenti

Però il problema rimane!

Ogni alunno in ogni scuola continua a chiedere di andare in bagno o é chiamato dal Dirigente scolastico oppure si é scordato il fazzoletto nel cappotto all’attaccapanni o altro

CRITERI DA SEGUIRE

Fatti salvi i citati vincoli come muoversi?

Penso che si debba definire i principi a cui ispirarsi ed i criteri con cui muoversi

Il principio ispiratore credo sia salvarsi e salvarsi tutti. Salvarsi impone l’evacuazione dei locali se necessario senza indugio portando fuori gli alunni che il docente ha in aula o con sè. Non possiamo cercare alunni fuori-stanza lasciando gli altri nel locale da cui dobbiamo evacuare

Quindi evacuare i presenti qualunque sia il loro numero

Gli altri occorre recuperarli. Ovviamente non posso rientrare nei locali da cui sono uscito per cercare alunni mancanti cosiccome nel contempo devo definire una procedura per recuperare i dispersi

RACCOGLIERE I DISPERSI

Una soluzione può essere: i docenti che evacuano i locali con la propria classe raccolgono i ragazzi dispersi. Il docente che evacua i locali se vede un alunno a giro o da solo per la scuola, disperso o che torna in aula lo prende con sè per riconsegnarlo al proprio docente e alla propria classe raggiunto il Luogo Sicuro

Ugualmente possiamo definire che ogni adulto presente nella scuola – docente, amministrativo, assistente, Dirigente scolastico – in caso di evacuazione prende con sè e accompagna fuori ogni ragazzo disperso incontrato

ALUNNI DISPERSI ISOLATI

Rimangono gli alunni isolati ad esempio i ragazzi al bagno o in aula di musica per prendere lo strumento… con loro che facciamo? Per gli alunni dispersi e isolati fatico a pensare ad un rastrellamento ovvero ad una ricerca a tappeto. Oltretutto chi mandiamo? Il personale ATA… e perchè?

I docenti sono con gli alunni delle loro classi, il Dirigente scolastico é solo, il personale di segreteria non é sempre presente nella scuola per cui possiamo affermare che il personale ATA é il più indicato per rastrellare la scuola e cercare eventuali alunni dispersi. Passi il compito assegnato al personale ATA

Però stiamo evacuando i locali e quindi come giustifico la disposizione Il personale ATA resta dentro la scuola e cerca i ragazzi dispersi isolati ?

Allo stesso tempo devo portare in salvo anche i ragazzi dispersi isolati quindi penso che la via migliore sia il educare il riflesso di evacuare i locali ogni volta che suona il segnale di evacuazione in modo da rendere autonomi gli alunni… Sento il segnale di evacuazione quindi devo uscire subito dalla scuola

§ § §

Ovviamente le mie sono solo riflessioni e considerazioni di un Operatore della Sicurezza che opera nella scuola e che si pone domande a seguito di una ricca esperienza

Non credo esista la procedura perfetta. Penso che esista l’obiettivo da raggiungere e il criterio con cui improntare l’azione per raggiungere l’obiettivo

Che ne dici collega Operatore della Sicurezza?

 

About the author

Francesco Cuccuini

Sono un consulente e formatore sulla sicurezza sul lavoro in ambito scuola e abito a Firenze

Con Piani di emergenza per la scuola cerco di #faregiro, di conoscere persone e colleghi nuovi, possibilmente da cui imparare qualcosa

Con Piani di emergenza per la scuola gradisco condividere riflessioni, considerazioni, contenuti qualificati dall'esperienza ventennale acquisita come operatore della sicurezza nella scuola

Prodotti e servizi qualificati per i Datori di Lavoro della scuola, per gli operatori della scuola, per i colleghi operatori della sicurezza nella scuola

Cordiali saluti
Francesco Cuccuini

Leave a Comment

ISCRIVITI

Iscriviti alla newsletter.
Riceverai un avviso ad ogni uscita dei manuali.

Aspetto la tua iscrizione
Email
Nome
Cognome
Secure and Spam free...